HT ANS10 SUPREME, IL FLAT COME DEVE ESSERE

2c9f897b6045fc260160463d73130086

HT Components è un marchio taiwanese che da un po di anni si è fatto strada soprattutto nelle discipline gravity. Ai suoi pedali si agganciano gente del calibro di Gwin, Moir, Thirion, Mullaly, Pierron, Clemenz e André (2018 bmx world champion), il nostro orgoglio Diego Caverzasi, tanto da indurre l’azienda a coniare il motto “pedals to the medals”.

Personalmente, l’approccio verso la tipologia flat di questo marchio è stato un poco diffidente, ritenendoli dei pedali di ottima fattura, ma, forse un poco fragili e leggermente piccoli.

Ebbene, tale diffidenza è sparita al primo contatto con il piede e vi spiegherò perché.

Il modello oggetto del test è denominato ANS10 SUPREME. Si tratta del modello entry level di alta gamma.

E’ un modello realizzato in alluminio lavorato al CNC, che possiede un asse in Cr-Mo (molto robusto) ruotante grazie a due cuscinetti (uno a sfere e uno a rulli) ed una boccola DU. Le dimensioni sono 101x100x16, perfette per un 44 delle FIVETEN Impact.

Il peso è di soli gr. 368 al paio e il costo di € 90,00.

All’interno della confezione trovate anche la chiave per smontarli e manutenerli.

IL TEST

Ho testato questi pedali sia con un utilizzo enduro, sia con la bmx.

In primis, contrariamente a quanto può sembrare, non sono dei pedali piccoli, anzi, hanno le stesse dimensioni dei pedali OneUp, tra i più larghi sul mercato.

IMG_1970

IMG_1971

Quindi, per tutti coloro che calzano scarpe tra il 43 ed il 45, mi sento di consigliarli vivamente.

Il grip al primo contatto è impressionante, di certo uno dei migliori che abbia provato.

Ciò è dato dalla tipologia dei pin, vere vitine da 3 che sporgono per 4 mm, nonché, dalla forma del pedale, concava e ben fatta.

La forma concava permette al piede di alloggiarsi “dentro” il pedale. Molti prodotti concorrenti possiedono anch’essi tale caratteristica, ma, purtroppo, in alcuni casi è mal realizzata, perché magari vanificata dal passaggio del perno. L’ANS10 invece fa di tale caratteristica il suo punto di forza. E’ realmente concavo.

2c9f897b6045fc260160463d9b280087

Il pedale è molto, molto slim, con uno spessore che va dagli 11 ai 16 mm. Ciò ti permette di avere un appoggio più reale, di sentire meglio le reazioni della bicicletta, avere una minore dispersione della forza di spinta e (cosa di non poco conto) ridurre le possibilità di urtare con gli ostacoli del terreno.

Infine, l’ANS10, presenta delle belle aperture, ideali per evitare l’accumulo di fango.

Quest’ultimo un altro buon motivo per considerarne l’acquisto in vista dell’inverno.

CONCLUSIONI

I pro riscontrati:

  • finiture di alta gamma;
  • gamma di colori;
  • pin facilmente sostituibili e reperibili ovunque;
  • sottili e leggeri;
  • forma concava ideale per l’alloggio di piedi anche di grandi dimensioni;
  • robusti e facilmente manutenibili.

90 euro per un pedale sono una bella spesa, su questo non si discute. Ma il consiglio che posso darvi è di aspettare un attimo a cambiare i vostri pedali e piuttosto di spendere 20/30 euro in meno per un pedale di media fattura, investite su un pedale in grado di farvi fare il salto di qualità…in fondo… “HT PEDALS TO THE MEDALS”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: