MPM-TECH: COMPONENTI ORGOGLIOSAMENTE ITALIANI

Per la prima volta nel ciclo di vita di questo blog, mi trovo a recensire più che un prodotto, o una serie di prodotti, una piccola e nascente realtà.

Sto parlando di MPM-TECH. MPM è Mirko e Mattia…sì…la voglio descrivere così, ponendo l’accento sui due giovani riders (solo 26 anni) che stanno coltivando un sogno nato pochi anni fa nel garage di casa.

MPM si occupa di lavorazioni meccaniche di alta precisione ed esegue lavorazioni per conto terzi di pezzi dedicati a settori in cui precisione, leggerezza e funzionalità impeccabile sono imprescindibili.

Da un paio di anni i due giovani riders di cui sopra hanno iniziato una produzione di pezzi dedicati alla Mtb, con ovviamente un occhio di riguardo alle discipline gravity da loro stessi praticate (enduro e dh).

Il semplice fatto che tali oggetti siano progettati e realizzati dalle stesse mani di coloro che li useranno per primi, vi può far immaginare il livello qualitativo e funzionale.

I prodotti sono progettati e realizzati interamente nell’officina MPM di Palazzolo (BS) e come loro stessi tengono a precisare sono “PROUDLY MADE IN FRANCIACORTA”…ehmm…”IN ITALY”.

Dal mio punto di vista, un plus in un mercato in cui la maggior parte dei marchi produce nei paesi asiatici.

Tutte le lavorazioni sono eseguite interamente al CNC, non esiste alcun articolo stampato e solo rifinito al CNC.

Insomma, da queste prime righe, potete capire che questi due ragazzi e ciò che stanno facendo godono del mio totale appoggio.

Ok…ciò premesso, oggetto del mio test sono stati due best seller (anzi tre) del catalogo, ovvero:

  • la corona RV, montata su spider MPM SP;
  • i due guidacatena SL e ST (la medesima versione SL con il taco).

 

CORONA E SPIDER

Corona, spider e viti (anche queste MPM), sono tutti realizzati in ERGAL.

La combinazione da me testata, con spider dedicato a pedivella RF e corona da 28T, pesa solo 69 gr.

Si tratta di componenti molto leggeri e ben realizzati. La finitura è disponibile solo nella anodizzazione nera.

Lo spider, che ha un giro bulloni 76, esiste nelle versioni compatibili con pedivelle SRAM, RF E CANNONDALE.

La scelta di acquistare corona e spider, si rivela molto indicata per un possibile cambio “al volo” della corona stessa in ragione del percorso che si affronterà o dello stato della gamba in un dato momento della stagione.

Infatti, devo rilevare che non ho trovato alcun problema a rimuovere la corona con pedivella e pedale installati.

Altro plus e motivo ulteriore per abbracciare tale scelta, è dato dal fatto che le corone possiedono la sede bulloni filettata, quindi, nessun controdado e sostituzione veloce.

Sul campo, non ho rilevato alcun problema d’utilizzo. La catena scorre fluida e il sistema anticaduta dei denti è realmente a prova di bomba.

Prodotti ben fatti, leggeri, solidi, funzionali.

Le corone sono disponibili nelle dentature dalla 28 alla 38.

GUIDACATENA

Anche per questi articoli, a farla da padrone sono leggerezza, solidità e funzionalità.

La versione SL, ovvero quella con guida solo superiore, pesa soltanto 33 gr., contro i 35 gr. dichiarati a catalogo.

Si tratta della versione più enduro/race oriented, destinata a coloro che pietre e radici le ollano e che di un taco non saprebbero che farsene.

Ho testato la variante ISCG05, progettata con un occhio di riguardo all’installazione, dal momento che le sedi di innesto sul sistema sono 2, con lo spazio necessario per applicarlo senza smontare la guarnitura.

La versione SL, a differenza della ST è disponibile anche negli standard S3 TYPE e HDM.

Data la leggerezza del componente, non sfigura e lo consiglio anche a chi pratica XC.

La versione ST da me testata, è quella con range da 30 a 34 T, pesa solo 89 gr., contro i 98 gr. dichiarati a catalogo.

Rispetto alla precedente versione è provvista di taco, quindi, più indicata ai comuni mortali o a chi vuole salvaguardare la corona.

Anche in questo caso, il componente funziona a dovere, è realizzato bene e non ha presentato alcuna criticità nel test.

 

 

CONCLUSIONI

Acquistate questi prodotti!!! Sono belli, leggeri, funzionali e fatti da due giovani ragazzi il cui impegno va sicuramente premiato.

Ciò premesso, la spesa di un kit corona (con o senza spider) e guidacatena è la medesima che affrontereste per acquistare un prodotto made in Taiwan stampato e prodotto a tonnellate, quindi, motivo in più per scegliere MPM.

Credo che nei prossimi mesi sentiremo molto parlare di MPM, il catalogo per ora è molto ristretto (attualmente oltre agli articoli testati potete trovare perni dedicati per telai e forcelle), ma, a breve saranno disponibili altre chicche come pedali, attacchi manubrio, mozzi, che ovviamente avrò il piacere di testare e provare in anteprima.

Nella speranza di avervi stuzzicato la curiosità vi lascio con il motto di MPM “FROM RIDERS TO RIDERS”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: