HT T1: IL PEDALE ENDURO RACE DI HT

Non è la prima volta che recensisco un pedale HT , di sicuro, questa è una delle poche recensioni che farò in merito a pedali a sgancio, usando prevalentemente flat.

Ammetto che ho acquistato questi pedali non per l’enduro, catalogazione originariamente posseduta, bensì per il bmx.

Essi infatti, rappresentano insieme a Shimano (XTR, XT, NUOVO DXR), il pedale più utilizzato nel bmx race, nonché, il pedale usato dall’attuale campione del mondo di specialità Sylvain Andrè.

Inizio la descrizione del pedale proprio da qui. Gli HT T1, come i fratelli della serie X dedicati al dh, esistono in due versioni, quella normale e quella SX, che si caratterizza per una maggiore tensione della molla, indispensabile per chi sprigiona watt su watt all’uscita del gate.

DIFFERENZA TRA T1 E T1 SX

La versione da me testata è quella normale che, per i comuni mortali, possiede già una tensione della molla piuttosto elevata.

COME SONO FATTI

Esteticamente i T1, sono molto belli, le lavorazioni sono ben curate e risultano leggerissimi, solo 366 gr. la coppia.

La piattaforma di appoggio è abbastanza larga (68X83,5) per l’utilizzo cui sono destinati (Enduro/bmx) e sono anche abbastanza sottili, solo 17 mm.

Il corpo dei pedali è una estrusione di alluminio lavorata al CNC, le cui estremità antistanti la molla presentano due piccoli pin per conferire maggiore grip (presenza assolutamente superflua).

Il perno in CR-MO è anch’esso lavorato al CNC e scorre sul sistema brevettato EVO+ che consiste in una boccola, un cuscinetto a rullini e un piccolo meccanismo di spinta per farli girare senza problemi.

I T1 utilizzando le clips HT e sono incompatibili con quelle SPD.

Infine, vengono venduti in una elegante confezione che comprende la chiave necessaria allo smontaggio per la manutenzione, pin di ricambio, due tipologie di tacchette (X1 e X1F).

 

COME VANNO

Premetto che contrariamente alle intenzioni al momento dell’acquisto, non ho utilizzato questi pedali per il bmx, bensì per l’enduro, in accoppiata alle nuove scarpe Shimano AM7 (2019) che saranno oggetto di una prossima recensione.

Ho usato i pedali montando le clips X1, ovvero quelle che hanno un floating di 4°. Specifico, il floating è l’angolazione che la scarpa può raggiungere prima dello sgancio. Le clips X1F, hanno un floating di 8°. Per chi come me usa i pedali a sgancio saltuariamente, oppure arriva da Shimano, consiglio di iniziare a usare HT con le X1. In ogni caso sono disponibili anche le clips E, easy, che permettono uno sgancio più immediato.

La cosa che subito impressiona di questi pedali è la molla. L’aggancio è veramente potente, anche con la tensione al minimo (setup usato principalmente) al momento dell’ingaggio si sente un bel CLACK secco. Per rendervi l’idea…a me è parso di attaccare il piede a un pedale da strada!!!!

Ho provato a stringere la molla al massimo e…staccare il pedale è veramente difficile, ovviamente, anche l’aggancio richiede più decisione.

Rispetto a SPD ed in particolare alle clips SH51, le HT hanno un rilascio solo angolare/orizzontale, molto simile a quello dei pedali Time.

Il piede una volta agganciato risulta ben solido e la piattaforma del pedale da molto confort e stabilità alla scarpa, in particolare, è risultata perfetta con le scarpe Shimano AM7. Come già scritto, ritengo che i due pin presenti nella parte antistante la molla non aggiungano alcun grip o ulteriore punto di appiglio per il piede.

Le clips e la loro caratteristica di angolarità (floating) permettono di mantenere il piede agganciato anche in situazioni in cui l’inclinazione della bicicletta tenderebbe al rilascio, tipo contropendenze o curve con spostamento del corpo verso l’esterno.

Detta caratteristica, se da un lato in ottica race costituisce di certo un plus, richiede un momento di rodaggio in quanto maggiore floating (mobilità a pedale agganciato) significa maggiore ritardo nello sgancio.

Nel test, questi pedali non mi hanno dato alcun problema, una volta preso le misure con il sistema di aggancio e la caratteristica delle clips, se ne godono solo i benefici.

Specifico che non ho avuto modo di provarli in situazioni fangose, quindi, in merito il giudizio lo rinvio a un long time test.

Sotto un paio di aspetti mi sarei aspettato un poco di più:

  • la colorazione è veramente al minimo, dopo 20 ore di utilizzo compaiono le prime asole incolore e le scritte se ne vanno;
  • forse sarà solo una mia sfortuna, ma, un sasso di rimbalzo mi ha leggermente piegato una parte del pedale lato pedivella, altezza perno. In questa zona lo spessore è veramente esiguo come si vede in foto.

 

CONCLUSIONI

HT rappresenta indubbiamente il marchio di riferimento del momento per quanto riguarda i pedali.

Scrivendo di clippes pedals, il termine di paragone che possiedo è quello con Shimano (ho usato per due anni gli XT).

Trovo che rispetto a quest’ultimi HT aggiunga caratteristiche apprezzate in ambito race quali, un minor peso, una molla molto più potente in combinazione con una maggiore mobilità laterale del piede (caratteristica che può apprezzarsi o meno).

Personalmente, ritengo che il modello T1, definito Enduro Race, sia un poco troppo “tirato” per un utilizzo più ludico. Mi spiego: la leggerezza di questi pedali e la struttura della piattaforma, mi sembrano un poco troppo esili per chi frequenta trail non lavorati o tirati a lucido. Se 100 gr. in più sulla bicicletta non sono un problema, vi consiglierei la scelta del modello X2.

Considerata la potenza della molla ulteriormente implementata nella versione SX, la loro leggerezza (upgradabile con il perno in titanio), la caratteristica del sistema di aggancio, mi sento vivamente di consigliare questi pedali per il bmx race. In tale disciplina, coloro che attualmente usano la combo pedali/scarpe da strada, hanno una valida ed ottima alternativa.

Quindi consigliati per:

  • enduro race;
  • trail;
  • gravel;
  • bmx;

Concludo con il prezzo: li trovate con prezzi che variano dai € 130 ai € 150, sono distribuiti da DSB

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: