BONUS MOBILITA’: LA PROVA CHE CONTE E’ ISPIRATO DAL MARCHESE DEL GRILLO

Avete presente la scena in cui il Marchese del Grillo (Alberto Sordi) lancia i Paoli al popolo? No?

Eccola:

Sostituite i Paoli ai voucher e tutto torna…Conte è ispirato dal Marchese del Grillo.

Che lo fosse, ne avevo il sospetto già da un po di tempo, considerando quella sua velata arroganza da “io so io e voi…”

Tuttavia il bonus mobilità ne è la conferma per una serie svariata di motivi:

  • fa il bonus, ma la mobilità è solo un vano ricordo;
  • fa il bonus, ma gli stanziamenti, risicati si esauriscono in un attimo ed “il popolo” si scanna per accaparrarsi un voucher;
  • fa il bonus, ma i negozi di biciclette sono a corto di…biciclette;
  • fa il bonus, ma…collegandomi al precedente punto, le bici non ci sono, non si sa quando arrivano e…se arriveranno, non si sa se si potranno usare ed in che modo.

Che dire. Di certo l’iniziativa è lodevole, permettendo a chi ha poche possibilità di cambiare la propria bicicletta o comprarne una (in linea teorica).

Una buona iniziativa…giunta in un momento totalmente inopportuno e sul cui presunto rilancio o sostegno ai negozi nutro forti dubbi.

Insomma, il ragazzo è bravo, ma non s’impegna!!!! Consiglio il proseguo della visione del Marchese del Grillo.

Se non si ironizza un poco…perdonatemi il post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: